This is default featured slide 1 title

Go to Blogger edit html and find these sentences.Now replace these sentences with your own descriptions.

This is default featured slide 2 title

Go to Blogger edit html and find these sentences.Now replace these sentences with your own descriptions.

This is default featured slide 3 title

Go to Blogger edit html and find these sentences.Now replace these sentences with your own descriptions.

This is default featured slide 4 title

Go to Blogger edit html and find these sentences.Now replace these sentences with your own descriptions.

This is default featured slide 5 title

Go to Blogger edit html and find these sentences.Now replace these sentences with your own descriptions.

giovedì 9 ottobre 2014

La musica da viaggio

Mentre scrivo questo post sono in treno.
Precisamente, sul trenino che da Pomezia, cittadina in cui vivo, mi porta a Roma Termini.
E sto pensando alla musica.
Purtroppo ci sto solo pensando, in quanto ho dimenticato di metterne un po' nello smartphone e ora non ho neanche con me gli auricolari per sentire qualcosa tramite spotify.
Navigando e divagando tra i vari pensieri associati alla musica, alcune canzoni prendono vita nella mia testa, come se fossero incise nel mio cervello e come se avessi involontariamente schiacciato un tasto "play" impresso da qualche parte nella mia testa.

martedì 7 ottobre 2014

Il figliol prodigo (non so proprio come fare gli annunci)

Un uomo aveva 2 figli.
Un giorno uno di loro  si fece dar tutta la sua parte di eredità dal padre e andò via di casa per non tornare più. 
Ma accadde che spese tutte le sue ricchezze in una vita dissoluta  e presto si trovò senza più un soldo, costretto a pascolare i porci per sopravvivere.
Cosí, pentitosene, tornò a casa e disse al padre: "Padre, ho peccato contro Dio e comtro di te; non merito di essere chiamato tuo figlio. Trattami come uno dei tuoi servi".
Il padre, felice di rivedere il proprio figlio, ordinò ai servi di preparare una festa e di uccidere, per l'occasione, addirittura il vitello grasso. Al figlio primogenito rimasto tutto il tempo a casa, che non capiva e obiettava, egli disse: " Figlio, tu sei sempre con me e tutto ciò che è mio è tuo; ma bisognava far festa e rallegrarsi, perché questo tuo fratello era morto ed è tornato in vita, era perduto ed è stato ritrovato."

Tutta 'sta manfrina per annunciarvi che sono tornato a occuparmi della sezione italiana di Nippon Project.



venerdì 3 ottobre 2014

Oltre il Confine


Oscillo sul bordo
Tra la vita e il niente
E mi chiedo cosa sarà

Nella mia mente vedo
I tuoi occhi così profondi e blu
E ricordo ogni momento

Andrò prima io, tu mi raggiungerai
Quando la neve smetterà di cadere
Quando le stelle smetteranno di brillare
E io sarò solo un ricordo lontano

La mia pelle sarà fredda
Le mie carni marciranno
Non più sangue scorrerà

La mia disperazione fluttuerà nell'aria
Vaghi ricordi riempiranno la tua testa
Quando sarai davanti alla mia lapide

Non c'è dolore nell'andar via
se non quello di lasciarti qui.
Non c'è gioia nell'andar via
perché ti sto lasciando qui

venerdì 1 agosto 2014

Buona Estate a tutti!

...e anche quest'anno è arrivata l'estate. Forse un po' bizarra, ma comunque sempre estate è :)

Agosto è il mese delle ferie. Chi va al mare, chi in montagna, chi visita città d'arte...e chi resta a casa.
E poi ci sono io, che il 22 mi esibirò al Trofeo Red Apple (mi raccomando...)
Settembre, di solito, è il mese dei grandi rientri: lavoro, scuola, università...
Ma quest'anno Settembre sarà anche il mese delle novità.
Annuncerò qualcosa...non voglio dire troppo per scaramanzia. Ma sarà sia una grande novità, sia un grande ritorno...non posso dire altro.

sabato 19 luglio 2014

Trofeo Red Apple 2014

Grazie a Studio Uno avrò la possibilità di partecipare al Trofeo Red Apple 2014!

Il trofeo, organizzato da Studio Uno Abruzzo e in collaborazione con Kiss Web Radio, si terrà nei giorni 21, 22 e 23 agosto 2014.  Tre serate in compagnia di artisti emergenti di qualsiasi età.
 Io sarò presente Venerdì 22 Agosto!


È un festival molto importante: soprattutto per i premi in palio:

Al 1° classificato: la produzione di un singolo inedito da Area Sound (DB Produzioni) e un contratto di 3 anni con Edit Music Italy per la distribuzione mondiale dello stesso inedito.

venerdì 27 giugno 2014

Roberto @ WONDERGATE - 6 Luglio 2014 all'Oasi Park

WONDERGATE - Cosplay & More

Data: 6 Luglio 2014 - ore 16:00
Luogo: Oasi Park
via Tarquinio Collatino 56/58 - ROMA
INGRESSO LIBERO!

Lei è Giorgia e sarà la mia partner per un paio di duetti:
https://www.facebook.com/Vanny.page

Sarà un concerto di cover Disney e altre sorprese, il tutto tra la sfilata cosplay e la premiazione...

Evento Facebook:
https://www.facebook.com/events/246810248846355/?fref=ts

NON POTETE MANCARE!


mercoledì 18 giugno 2014

My Immortal - Evanescence (COVER by Roberto Romagnoli)

Like, Share & Comment on Youtube!

Metti Mi Piace, Condividi e Commenta su Youtube!



venerdì 13 giugno 2014

Cover and cover again...

Ultimamente mi è presa la voglia di reinterpretare un po' di canzoni che mi piacciono.
Dopotutto, la musica è anche questo...interpretare le emozioni, anche se le hanno scritte altri :)

Disclaimer: non sto progettando di fare un progetto-cover....ho solo voglia di fare l'una e l'altra cosa; sia le mie canzoni, sia le cover.
Let it Go l'ho già fatta....altre sono pronte e devono solo essere rifinite....

....e altre sono in corso d'opera.

Ma alternerò la pubblicazione delle cover alla pubblicazione degli inediti.
In una settimana su Youtube pubblicherò due canzoni: una mia e una cover.
Riposterò anche vecchie canzoni sottoforma di Lyric Video.

Speriamo di fare cosa gradita ai più :)

Buona Musica a tutti!

giovedì 12 giugno 2014

Let it Go (Roberto & Elsa) [FROZEN FAN VIDEO]

Fa troppo caldo....speriamo che Elsa ci possa aiutare :)



giovedì 15 maggio 2014

Vlog: AAA CERCASI COMMUNITY MUSICALE

Noi cantanti indipendenti, vuoi che siamo emergenti o che siamo in giro da anni ma non abbiamo un'etichetta alle spalle, abbiamo il problema della promozione.

Sulla scia di un'idea lanciata da alcuni Youtuber, tra i quali Daniele Doesn't Matter (che seguo) io ho pensato questa cosa:

mercoledì 14 maggio 2014

Reverbnation Top 20

Sono al 20° posto nella Reverbnation POP Chart di Roma.
Volete aiutarmi a salire di posizione, magari anche nel ranking nazionale? Cliccate mi piace sulla mia pagina facebook, seguitemi su Twitter e diventate fan su Reverbnation.

Condividete la mia musica con i vostri amici...suggerite loro di ascoltarmi da Facebook, da Reverbnation, da Youtube...insomma, da uno dei miei Social Network e invitateli a seguirmi.
E poi dite loro che se quello che hanno sentito gli è piaciuto, possono condividerlo con i loro amici...e con gli amici degli amici...e così via!

I miei link li conoscete; se non vi ricordate tutti gli indirizzi, qui a destra c'è il riquadro "RobertoNET" con tutti i miei profili sui vari Social Network...
Datevi da fare! Diamoci da fare!
Io mi sto dando da fare con le canzoni nuove...

Buona Musica a tutti!
Reverbnation: http://www.reverbnation.com/robertoromagnoli

Clicca qui per vedere la classifica

mercoledì 7 maggio 2014

ADDIO

Fragile
in quel tuo corpo debole
hai lottato fino a che
non ti ha portata via

Quel demone
che logora l'anima
e ti tortura fino a che
non ti rende sua

Ma tu, semplice
col tuo sguardo umile
sorridevi anche se
bruciavi dentro te

Ma per noi
brillava una stella in te
una stella che
in terra più non c'è

E in questo addio non piangerò
perché tu ora sei dentro i sogni miei
e resterai accanto a noi
che guardiamo in cielo cercando gli occhi tuoi

In questo addio non piangerò
ma alzerò lo sguardo e ti cercherò
ti saluterò...

A Claudia

venerdì 25 aprile 2014

Buon 25 Aprile a tutti.

Oggi è il 25 Aprile.
È vero che non siamo del tutto liberi; siamo schiavi delle banche, della crisi e dei debiti. Abbiamo la mafia al di sopra del governo, la P2 e tante altre magagne che solo Dio sa.
Ma è anche vero che da quel 25 Aprile 1945 ci siamo guadagnati un'arma inarrestabile e invincibile: la libertà.

Possono provare a ucciderci togliendoci il lavoro, la casa, i diritti....tutto per i soldi.
Ma nessuno può toglierci la libertà, quella che abbiamo dentro.
Certo, quella c'era anche durante il fascismo, se non ci fossero stati uomini liberi, non ci sarebbe stata la resistenza e oggi io non starei qui a scrivere liberamente i miei pensieri su di un blog.

Buon 25 Aprile dunque a tutti gli italiani. Indipendentemente dal colore politico, dal credo religioso, dall'etnia, da tutto. Siamo italiani e siamo liberi. Grazie ai partigiani, grazie a chi ha lottato per noi.


domenica 20 aprile 2014

EuroMusic Contest 2014 - Vote for me!

Votate per me all' EuroMusic Contest 2014!

Come fare? Seguite QUESTO LINK e cliccate sul tasto VOTE WITH FACEBOOK.
C'è tempo fino al 10 Maggio e potrete votare anche una volta al giorno!
Se non riuscite a cliccare il link sopra, copiate questo indirizzo nel vostro browser:
http://euromusiccontest.com/roberto-romagnoli

Cosa è l'EuroMusic Contest? Vi riporto di seguito il comunicato stampa dal loro sito ufficiale
EuroMusic Contest (EMC) è una competizione musicale non istituzionale arricchita con nuove tecnologie, connessa con i social network e aperta ai musicisti di tutta Europea.

La prima edizione dell' EuroMusic Contest è stata organizzata nel 2011 in 28 Paesi Europei in collaborazione con SoundCloud, generando più di 110 000 voti e richiamando 2200 artisti

Per l’edizione 2014, la competizione è aperta a 40 paesi. Questo contest è dotato di un sistema innovativo di voto elettronico che permette agli utilizzatori di partecipare alla selezione dei musicisti e dei gruppi finali. Sincronizzato con Facebook, l'EuroMusic Contest è la prima competizione musicale digitale e virale al mondo a promuovere la nuova musica europea.

venerdì 18 aprile 2014

MUSICALMENTE: La battaglia degli inediti 2! SEMIFINALI!

Sono in semifinale per il concorso "La Battaglia degli Inediti 2" del Forum di Musical_Mente con Lettera al Paradiso!
Sostenetemi! Basta mettere mi piace su questo link (sia alla pagina che alla foto)

Qui sotto, per chi non la conoscesse: Lettera al Paradiso, ovvero la canzone in gara!



Forum di Musicalmente: http://musicalmente.forumfree.it/ 

martedì 15 aprile 2014

Cosa bolle in pentola?

Cosa bolle nel mio pentolone?
Nuove canzoni? Nuove poesie? Entrambe?

Beh...innanzitutto...aspettiamo Maggio e poi....magari mi scappa di annunciare un nuovo EP...chissà!
E per le poesie...boh...forse mi scappa pure un e-book nuovo!
Ci sarà un refresh totale...nuove canzoni, nuovo sito, nuova grafica sul blog, nuovo tutto.
Sarò ascoltabile anche su Spotify, così non potete dire che sono introvabile!

Maggio...non vedo l'ora che arrivi!
Presto nuovi aggiornamenti!

Buona Musica a tutti!

giovedì 10 aprile 2014

La nuova alba

Ho camminato per lunghe strade buie
Evitando gli ostacoli che il tempo mi metteva davanti
In cerca di una luce che guidasse i miei passi

Ho vagato per miglia col mio sguardo perso nel vuoto
Sono caduto in un mare di tristezza
Annaspando in cerca di un appiglio


Troppe volte ho rischiato di annegare
Troppe volte ho teso la mano
ma non c'era nessuno

Fermo immobile in mezzo alla nebbia
Con il cuore gelido in cerca di calore
La solitudine era la mia unica compagna

Il sapore amaro della malinconia
permaneva nella mia bocca
Troppo sangue ho dovuto ingoiare
per imparare a rialzarmi

E poi è giunta l'alba

martedì 1 aprile 2014

Tramonto

Lieve tepore nel fresco del giorno che muore
Luci artificiali si accendono e l’aria profuma di umido.
Una brezza frizzantina sfiora la pelle
E raccogie le lacrime del mondo

Uomini e donne rincasano
Nel piatto l’ultimo pasto della giornata
E la TV narra i fatti quotidiani.
Silenziosa, come un’ombra arriva la notte

L’oblio avvolge case e città
Il sole è ormai andato, la Luna si fa alta nel cielo
Guardo l’orizzonte e attendo le stelle
Respiro la vita e ringrazio gli Dèi
Di avermi regalato un altro tramonto


mercoledì 19 marzo 2014

Oh, Holy Love!

Le acque dal cielo si ritirano
E viene il primo raggio di sole
È Primavera nel mondo
E io contemplo l'orizzonte.

Quanto sarà lontano?
Per quanto possa guardare avanti, non ne vedo la fine
Proprio come quello che sento per te
Mio dolce Amore Santo.

martedì 11 marzo 2014

La tua assenza

L'essenza del tempo che scorre
È come un vento che logora l'anima
Che leggera vola via
Come sabbia tra le dita

Le lacrime scorrono e lasciano la scia
Questo vento freddo le porta via con sé
Ma non asciuga il mio volto
Bagnato da cristalli di malinconia

Volgo il mio sguardo all'orizzonte
Di una vita senza stimoli
Respiro profondamente la dolce brezza marina
E vedo gli occhi tuoi nel cielo

domenica 9 marzo 2014

Diario di un uomo che voleva volare (Poesia dedicata a Jurij Gagarin)

Partirò verso l'infinito
Oltre le nuvole, al di là del cielo
A cercare Dio tra le stelle e la Luna
E il Sole mi terrà compagnia

Non puoi impedirmi di sognare, mondo.
Non esiste utopia, se non nella mente umana
Scriveranno di me poesie, canzoni e articoli di giornali
La mia faccia sui francobolli e giornate in mia memoria

Il mio sogno aprirà i cancelli della verità
Per il mondo che ancora sogna al di qua delle stelle
Voglio arrivare lassù, oltre le nuvole, oltre il blu
Voglio dire a tutto il mondo che io sono

Jurij Gagarin

giovedì 6 marzo 2014

Lacrime

Lacrime,
Emozioni liquide che bagnano il volto
Piccoli cristalli di memoria racchiusi in una goccia tiepida
Attimi fermati in una bolla che esplodono in mille frammenti
Come tanti minuscoli pezzi di uno specchio
Che riflette le tristezze della nostra vita.
Puoi asciugarle o farle cadere,
Puoi correre e disperderle nel vento
Ma quello che rappresentano
Non potrai mai lavarlo via dal tuo cuore.

Lacrime,
Piccole gocce salate che scendono dagli occhi
A volte si confondono con la pioggia
A volte la pioggia si confonde con loro.
Ma solo noi sappiamo quanto facciano male, o bene.
Che siano di dolore o di gioia
Sono pur sempre le nostre emozioni liquide.

mercoledì 12 febbraio 2014

7° Piano

Atto I.

La giornata iniziò come al solito.
Sveglia alle 7:00, colazione, doccia veloce, una lavata ai denti, cambio di vestiti ed eccolo pronto.
I post-it sul frigorifero gli ricordavano che quel giorno lei sarebbe rientrata dal week-end con le amiche e lui già era emozionato all'idea.
Aveva ordinato un mazzo di fiori con un biglietto di bentornata da far consegnare alle 16:00, esattamente dieci minuti prima del suo solito rientro a casa.
Dopo aver spento la TV e dato un'ultima occhiata al borsello, per accertarsi di essersi ricordato tutto, finalmente uscì di casa.


"Dannazione!", quando l'ascensore non funziona è sempre una noia. Non tanto per scendere le scale quanto per risalirle, abitando al settimo piano. Ma tant'è...ora gli toccava scendere a piedi.
Aprì le porte tagliafuoco e imboccò le scale. La porta si chiuse dietro di lui e le luci delle scale si accesero, illuminando quel "7" proprio sopra la porta.
"Ma non potevo prendere un appartamento al primo piano? Fanculo a me e alla mia passione per le altezze".
Scese le prime quattro rampe di scale e salutò l'inquilino del piano di sopra.
"Buongiorno!"
"Buongiorno a te! Otto rampe di scale eh?"
"Sedici caro mio, sedici...ogni piano sono due rampe!"
"Ah già...vero...ora che me lo hai fatto notare sono ancora più svogliato a scendere"
"Eh...pensa a me che devo salire invece!"
I due risero e si congedarono.

Alla terza rampa di scale sentì di nuovo la voce del suo amico
"Buongiorno..."
Non credette ai propri occhi: era lì davanti a lui.
"Stronzo mi hai fatto prendere un colpo! Hanno riparato l'ascensore allora?"
"Ma che dici? Sono quattro piani e mezzo che sto salendo, e me ne mancano ancora altri tre e mezzo..."
"Dai non scherzare, ci siamo salutati si e no cinque minuti fa..."
"Ma sei scemo? E tu a che piano eri cinque minuti fa?"
"Eh...sarò stato tra il sesto e il quinto, perché?"
"Sei tu che stai scherzando? Voltati..."
Si girò e si spaventò...sulla porta tagliafuoco si leggeva ancora quel "7"

"Lo scherzo è bello se dura poco!" - urlò contro il suo amico - "non farmi spaventare così!"
"Tu sei matto..."
Scese di corsa le scale per altre sei rampe e poi si bloccò.
Il sangue gli si stava gelando nelle vene, il sudore freddo scendeva dalla fronte, di fronte a lui di nuovo il suo amico.
"Buongiorno..."
"Basta!"
"Che hai?"
Si girò e lesse di nuovo il "7" sopra la porta. Credeva di essere in un incubo, stava impazzendo.
Corse verso quella porta e la aprì.

Atto II.

Buio.
Aveva lasciato casa sua da un quarto d'ora, erano le otto di mattina, ma era buio.
Si girò verso le scale...buio anche da quella parte.
Cadde in ginocchio e sentì il cuore che gli stava per uscire dal petto, da quanto batteva.
"Non è possibile....non è possibile....non è possibile!"
Avanzò verso casa sua, notò la porta dell'ascensore aperta con un nastro bianco e rosso davanti.
La porta di casa era accostata. Dentro scorse la valigia di sua moglie per terra, in un angolo. Il mazzo di fiori che gli aveva fatto arrivare appoggiato sopra e sentì una voce femminile dalla loro stanza da letto.

Lei era lì: al centro del letto che stringeva forte la cornice con la foto del loro matrimonio e piangeva.
La loro vicina di casa la accarezzava e la consolava, ma lei non riusciva a smettere di piangere.
"Oggi glielo avrei detto" - continuava a ripetere - "gli avrei detto che sarebbe presto diventato padre..."
"Su, su...coraggio...sono sicura che lo verrà comunque a sapere. E tu devi essere forte, ora siete in due là dentro"

Lui provò a urlare che era vivo, provò a toccarla, ma nel momento stesso che la toccò le passò attraverso...poi si voltò verso lo specchio e non si vide riflesso...e allora capì.

Epilogo.

La giornata iniziò come al solito.
Sveglia alle 7:00, colazione, doccia veloce, una lavata ai denti, cambio di vestiti ed eccolo pronto.


I post-it sul frigorifero gli ricordavano che quel giorno lei sarebbe rientrata dal week-end con le amiche e lui già era emozionato all'idea.
Aveva ordinato un mazzo di fiori con un biglietto di bentornata da far consegnare alle 16:00, esattamente dieci minuti prima del suo solito rientro a casa.
Dopo aver spento la TV e dato un'ultima occhiata al borsello, per accertarsi di essersi ricordato tutto, finalmente uscì di casa.

Chiamò l'ascensore, sentì un rumore strano. Dopodiché le porte si aprirono, ma non c'era la solita cabina; bensì si vedeva la tromba con le corde che si muovevano in maniera irregolare.
Si sporse per controllare e non si accorse che la cabina dell'ascensore stava precipitando dal piano di sopra.
Lo tranciò di netto e lui morì sul colpo.
La cabina si fermò tre piani più sotto, incastrata su di un tubo, grazie anche al suo torace che faceva resistenza.
Da dentro la cabina uscì spaventatissimo il suo amico, forzò la porta e si trasse in salvo. Quando lo riconobbe lanciò un urlo disperato...e chiamò i soccorsi.

domenica 2 febbraio 2014

Come un pupazzo

Vorrei toccarti ma
Lo so che non potrò
E se griderò la mia voce no
Non ti raggiungerà

Così eccomi qui
In piedi accanto a te
Ma tu non lo sai
E nel cuore mio
Fa male

Non ho più ricordi niente più calore
Per me

Sono uno spaventapasseri su una gamba sola
Sono un triste pupazzo che tu non usi più
Ondeggio nel vento e il mio corpo trema
Se cadessi ora no non importa tu non ci sei
Ma se tu fossi qui ti abbraccerei dicendoti

Ti aspetterò

Anche se provassi
a cancellarti io
la tua voce sai indugerebbe
Nella mente mia

Niente più rimorsi, niente da scordare
Per me oramai

Sono uno spaventapasseri su una gamba sola
Sono un triste pupazzo che tu non usi più
Ondeggio nel vento e il mio corpo trema
Se cadessi ora no non importa tu non ci sei
Ma se tu fossi qui ti abbraccerei dicendoti

Ti aspetterò
Non voglio lasciarti andare

Come un chiodo sulla mia pelle mi graffi tu
Non posso dirtelo non posso urlartelo
Ormai è troppo tardi lo sai
Ma se potessi urlerei

Ti amo

Sono un girasole ma non punto più la luce
Senza te io vago senza meta come un bimbo
Ondeggio nel vento e il mio corpo trema
Se cadessi ora no non importa tu non ci sei
Ma se tu fossi qui ti abbraccerei dicendoti

Ti amo ancora

sabato 1 febbraio 2014

Canzone Romantica

La pioggia cadrà
sulle strade di questa città
quanta vita ancora
dovrà passare?

Vento diventerò lo giuro
E spazzerò via il dolore
Ma ora tu non sei con me

La neve scenderà
raffredderà il tuo cuore
Ma io sarò con te
per poterti scaldare

E se la vita poi di nuovo
Ci prenderà per mano
Camminerai con me lungo la via

Questa notte è così fredda se tu non sei con me
E io mi sento così solo
Sei la mia vita e non sai
cosa significhi per me

Non ho bisogno delle stelle
Per capire che il cielo è infinito
Ma ho bisogno di te
Per sentire che vivo

Non andare via da sola in questa notte buia
Raggiungiamo insieme il sole e andiamo oltre noi
Io e te

canzone romantica...


giovedì 16 gennaio 2014

Vita

Se il nostro destino è la morte, godiamoci la vita
L'odio non risiede nei cuori, ma nelle parole
Memorie sanguinanti di un passato dolente
Sono ormai solo fantasmi, nel giorno che viene