martedì 1 aprile 2014

Tramonto

Lieve tepore nel fresco del giorno che muore
Luci artificiali si accendono e l’aria profuma di umido.
Una brezza frizzantina sfiora la pelle
E raccogie le lacrime del mondo

Uomini e donne rincasano
Nel piatto l’ultimo pasto della giornata
E la TV narra i fatti quotidiani.
Silenziosa, come un’ombra arriva la notte

L’oblio avvolge case e città
Il sole è ormai andato, la Luna si fa alta nel cielo
Guardo l’orizzonte e attendo le stelle
Respiro la vita e ringrazio gli Dèi
Di avermi regalato un altro tramonto


0 commenti:

Posta un commento

Aggiungi un commento.
Non inserire frasi a sfondo razzista o omofobo, insulti personali ad altri utenti, o qualsiasi cosa possa generare fastidio ad altre persone (come ad esempio ripetute bestemmie, imprecazioni, parolacce etc...)
I post che non rispettano queste regole verranno immediatamente cancellati