venerdì 27 aprile 2018

10 CONSIGLI PER UN'ESIBIZIONE MIGLIORE



Quando si deve salire su un palco bisogna essere prima di tutto preparati. Ma oltre a una buona preparazione, ci sono delle piccole cose a cui bisogna fare attenzione, per fare in modo che la propria esibizione, sia essa un concerto, una singola canzone o anche una semplice serata al karaoke, diventi una vera e propria esperienza sia per voi, che per chi vi guarda (e ascolta).

Eccovi quindi i miei 10 consigli per un'esibizione migliore.

1. Conoscete la vostra canzone - oltre a memorizzarne le parole, le pause e le variazioni, è bene crearsi un vero e proprio "file emozionale" a cui attingere quando si canta. Cosa provoca in voi quella canzone? Che ricordi vi suscita? Cercate di riprodurli al meglio. Emozionatevi cantando.
Se avrete imparato la canzone a memoria, non servirà concentrarsi sulle parole, e quindi potrete concentrarvi sulle emozioni. Le parole usciranno da sole; sarà un po' come avere l'Ultra Istinto di Goku in Dragon Ball Super.

2. Siate dinamici - nulla annoia di più uno spettatore di un cantante (o un gruppo) statico. Durante le prove, misurate il palco con i vostri passi, cercate di memorizzarne le dimensioni e usate questa nuova conoscenza per coinvolgere le persone nella vostra canzone. Spostarsi sul palco parlando al pubblico durante i pezzi strumentali aiuterà le persone a entrare meglio nelle vostre emozioni.

3. Cantate per il pubblico, non al pubblico - dividere il pubblico in settori, come ad esempio: prima fila, "le persone lì in fondo", voi qui a destra e voi qui a sinistra, vi aiuterà a coinvolgerli ancora di più. Alle persone piace sentirsi coinvolte e niente coinvolge di più di un bel "adesso vorrei che tutta la prima fila ripeta con me...", "ora voi là in fondo!", "adesso tutti insieme!" etc...

4. Fate amicizia col vostro diaframma - imparate bene i vostri tempi di respirazione, è imbarazzante che il pubblico senta i vostri "risucchi" tra un verso e l'altro. Inspirate lontano dal microfono e usate le pause in cui riprendete fiato per coinvolgere il pubblico in altre attività, tipo far battere loro le mani imitandone il gesto.

5. Dimostrate di essere un cantante, non di aspirare ad esserlo - capite quali sono i vostri limiti e lavorate di conseguenza. Se ancora non siete pronti a fare una certa canzone non fatela o, perlomeno riadattatela al vostro modo di cantare. Fate vedere che siete capaci sfruttando al 100% le vostre capacità. Altrimenti otterrete l'effetto contrario e sembrerete un novellino alle prime armi.

Familiarizzate con il palco


6. Spegnete il vostro sistema di difesa vocale - Ognuno di noi, a livello sub-cosciente, è dotato di un sistema di difesa che si innesca quando si ha paura o si è in imbarazzo. A volte, soprattutto agli inizi della carriera, potreste trovarvi in imbarazzo davanti al pubblico e questo meccanismo potrebbe automaticamente "spegnere" le vostre corde vocali. Un consiglio utile che posso darvi è di cantare sempre prima di fronte ai vostri amici, in modo da sbloccarvi e "sabotare" il vostro personale meccanismo.

7. Siate voi stessi - Prendete in prestito le tecniche vocali e le performance sul palco dai vostri cantanti preferiti, ma personalizzatele il più possibile. Non cercate di imitare troppo i vostri big, soprattutto se state rifacendo una loro canzone, altrimenti si noterà e passerete per un imitatore e non per un cantante serio. Questo vale anche se siete solo interpreti e non cantautori.

8. Raccontate le vostre canzoni - quando state per iniziare una canzone, raccontate al pubblico di cosa parla e cosa stavate provando quando l'avete scritta (se è vostra), o quando l'avete sentita per la prima volta (se è una cover).

9. Se non lo vedono, non ci arrivano - Se commettete un errore durante una canzone non chiedete scusa, ma andate avanti. Durante un concerto in pochi fanno caso a queste cose, a patto che non siano troppe e continuative, perciò se sbagliate un attacco o prendete male una nota ma riuscite a correggervi subito fregatevene. Non se ne accorgerà quasi nessuno e quei pochi che lo noteranno apprezzeranno la vostra bravura nel recuperare.

10. Create una connessione con il palco - oltre che a connettervi col pubblico, pensate anche a connettervi col palco. Esso deve diventare un'estensione del vostro corpo. Passatevi il microfono di mano in mano, inginocchiatevi, saltate, guardate in alto, alzate l'indice, sporgetevi leggermente e volgete il microfono verso il pubblico come se fosse il vostro terzo orecchio e fate un gesto con la mano per incitarli a cantare mentre muovete il bacino ballando sulle note che loro stanno cantando.

Ultimo consiglio, ma non per importanza. Anzi, è così importante che non l'ho neanche numerato, in quanto è una legge universale che, secondo me, va sempre rispettata: siate cantante e siate pubblico. Emozionatevi con loro, urlate con loro, piangete con loro. Il cantante diventa pubblico e il pubblico diventa cantante. Solo così creerete una connessione profonda con chi vi segue e solo così li spingerete a tornare a sentirvi, sia sul palco che sul web, che ovunque gli chiediate di seguirvi.

Buona Musica a tutti.

0 commenti:

Posta un commento

Aggiungi un commento.
Non inserire frasi a sfondo razzista o omofobo, insulti personali ad altri utenti, o qualsiasi cosa possa generare fastidio ad altre persone (come ad esempio ripetute bestemmie, imprecazioni, parolacce etc...)
I post che non rispettano queste regole verranno immediatamente cancellati