NUOVO SITO E NUOVA VESTE GRAFICA

COVID-19: BASTA UN COLPO DI TOSSE AL TELEFONO PER RICONOSCERE UN ASINTOMATICO


I ricercatori del MIT, Massachussets Institute of Technology, hanno da poco sviluppato un algoritmo IA in grado, sembrerebbe, di riconoscere un portatore asintomatico di Sars-CoV2 da un semplice colpo di tosse. Tale colpo di tosse infatti, avrebbe un suono particolare, indistinguibile all'orecchio umano che l'algoritmo sarebbe in grado di riconoscere (dalla sua frequenza).

Secondo i risultati dei test pubblicati sulla rivista Ieee Journal of Engineering in Medicine and Biology, il tasso di riuscita è molto vicino al 100% e presto potrebbe essere sviluppata un'app gratuita per smartphone destinata allo screening di massa. 

Su 70.000 registrazioni raccolte contenenti ognuna diversi colpi di tosse, per un totale di 200.000 campioni, sono stati rilevati 2.500 casi sospetti, da persone che in seguito hanno effettuato un tampone e hanno confermato di avere la Covid-19, compresi gli asintomatici.
Dopodiché hanno utilizzato le 2.500 registrazioni "infette" e le hanno messe insieme ad altrettante registrazioni selezionate random tra le "sane" della raccolta per bilanciare il dataset. Con 4.000 di questi campioni hanno addestrato il modello di IA.

Con le rimanenti registrazioni hanno effettuato ulteriori verifiche per vedere se il modello IA era in grado di distinguere accuratamente i vari tipi di tosse, notificando quelle dei pazienti infetti.
Il test ha riportato un'accuratezza da parte del modello del 98,5%, con la percentuale di riconoscimento degli asintomatici al 100%.

Se tale modello verrà approvato dalla FDA potrebbe essere adottato su larga scala e dare vita ad un'app gratuita che renderebbe l'individuazione dei positivi asintomatici al Covid-19 più facile e sicuramente meno invasiva del tampone, che comunque dovrà essere sempre effettuato, ma riducendo il rischio di fare tamponi "a vuoto". Un utente infatti, potrebbe usare l'app diverse volte durante la settimana e vedere se la sua tosse è sospetta. Una volta che l'algoritmo gli notificherà il pericolo di essere stato contagiato, potrà avvalersi del tampone e confermare, o smentire i sospetti.

Se ad esempio, questo colpo di tosse venisse fatto ogni mattina da uno studente prima di recarsi a scuola, o da un qualsiasi lavoratore prima di recarsi sul proprio posto di lavoro, si potrebbe diminuire di molto la percentuale di contagi.

Commenti